19 Commenti

  1. volevo dirle grazie per avermi aiutato a riprendermi la mia vita… in tanti psrima ci avevano provato ad aiutarmi ma stavo addirittura peggio. grazie mille cordiali saluti

  2. Ciao Dott., come promesso due righe di ringraziamento perché certe parole non possoono essere spese faccia a faccia con gli amici e raccontate a destra e a manca. Per farla breve, avevo un problema sessuale e ora non l’ho più. Non era un problema mio ma la coppia tutta ne soffriva, il problema era sofferto in silenzio con mezze parole e commiserazioni che facevano più male che bene. La parola che ho usato appena sono tornato a “funzionare” è stata MAGIA, ma poi mi hai fatto notare che non era magia ma ce l’avevo fatta da solo, anzi, con la mia compagna… Oggi stiamo bene insieme da più di un anno. E ti scrivo la nostra stima. Ciao

  3. MI sono sentita subito a mio agio e ho potuto parlare di tutto quello che mi passava per la testa! Ho risolto i miei attacchi di panico, la paura ad uscire di casa, la paura di incontrare le persone. Poi siccome mi sono trovata ho voluto parlare con lui anche del mio rapporto con mio marito e penso di aver fatto bene perché il nostro rapporto va molto meglio. Cordiali saluti

  4. Quando avevo gli attacchi di panico mi sembrava di morire, avevo paura di morire, ero sola e non potevo chiedere aiuto. Non sapevo neanche fossero attacchi di panico. Li ho avuti pre cinque anni! ho finito la psicoterapia quasi cinque mesi fa e ora non ho più attacchi per niente! 🙂 mi sento bene e sto facendo tante cose! 🙂 SONO CONTENTA

  5. Buonasera. Io sono andata dal dottor Consiglio perché ero confusa dalla diagnosi di ADHD ricevuta per mio figlio, non ci capivo più niente! la pediatra voleva dargli uno psicofarmaco. A me sembrava troppo! e troppo piccolo lui per usare già psicofarmaci! HO provato a sentire più campane perché ero allarmata! premetto che mio figlio, è vero, è sempre stato vivace ma non pensavo fosse un’Iperattivo. Mi è stato suggerito il dottor Consiglio e con lui ho fatto, io soltanto e due volte mio marito, 5-6 incontri. Posso dire che mio figlio non ha più fatto l’ “Iperattivo”, il vivace, con me, il nostro rapporto è andato molto meglio. E anche quello con suo padre. Rimane il problema della scuola dove molto è migliorato ma le prof ho paura che lo abbiano “schedato”. Ma va molto meglio anche a scuola

  6. Buonasera Dr. Consiglio, lascio anche io una breve recensione in qualità di insegnante del corso Gestione della Complessità Scolastica. L’ho trovato molto utile e continuo ad attingere dalle sue riflessioni sempre moltissimo. Trovo che le esercitazioni e i laboratori che propone siano molto validi e utili, e sostanzialmente non presenti in nessun altro tipo di formazione alla quale io abbia partecipato. Molti corsi spiegano cosa sono le diverse sindromi, molti corsi danno suggerimenti e materiale per avere a che fare con i bambini e i ragazzi con quelle sindromi ma è difficile imbattersi in un corso che insegna a “generare realtà”, per “facilitare la generazione degli affetti anticipati”. Continuo perciò volentieri a diffondere il suo corso e il suo lavoro presso i miei colleghi. Un caro e cordiale saluto.

  7. Buongiorno, ci siamo rivolti al Dott. Consiglio perché cercavamo un consulente matrimoniale per una terapia di coppia. Ricordo la prima sensazione con lui, pensavamo che l’andare dal consulente in terapia di coppia ci avrebbe distrutto definitivamente. E invece il Dott. Antonio ci ha permesso in pochi incontri di risolvere la maggior parte delle cose che ci minavano la tranquillità e l’armonia di coppia e che ci portavano sempre sul punto di lasciarci. Da subito “disinnescando” i problemi e poi accompagnandoci nella ricostruzione del nostro rapporto. Oggi non possiamo dire che la nostra coppia non abbia più momenti di discussione ma li conosciamo e li viviamo in modo del tutto diverso. La nostra coppia è salva e continua a navigare incontro al sole

  8. Sono giunto da Antonio dopo diverse esperienze di psicoterapia: stavo per mollare ma lui mi ha ridato fiducia. Il mio non è solo un percorso ma un vero e proprio rinascimento: un viaggio dove si vien messi a nudo senza timore, vergogna o giudizio. Direi che passare da uno stato di ‘odio per il se’ ad una voglia di riappropriarsi e rivendicare la propria identità sia il successo più considerevole di questo viaggio. Consiglio Antonio a chiunque voglia ricomporre i cocci di un vaso momentaneamente a pezzi

  9. HO appena finito gli incontri con Antonio Consiglio, sono contenta! Già da metà percorso avevo capito che il più era fatto, ora lo saluto con la consapevolezza di sentirmi meglio, diversa, migliore, credo in me stessa. E’ strano da raccontare, sono sempre io, è come se avessi sempre conosciuto le risposte. Lui mi ha fatto solo da eco (come dice sempre lui, “la stanza dell’eco”). Sono contenta e soddisfatta. Ciao Doc

  10. Avevo già avuto due precedenti esperienze con delle psicoterapeute che mi spingevano verso un cambiamento che non riuscivo a fare. Con il dottor Consiglio ho trovato un professionista che si è messo in ascolto del mio inconscio e delle sue esigenze, senza pretendere di attuare in me dei cambiamenti. E’ stato un percorso in cui, guidata con cura dal Dottor Consiglio, ho imparato ad attingere da me stessa e a trovare in me le risposte, senza divenire così dipendente dal terapeuta. Il cambiamento necessario è poi avvenuto…senza sforzo. È stato uno dei percorsi più utili che abbia fatto in vita mia.

  11. Utile, subito. In breve, stavo lasciando la mia famiglia, mi sembrava la cosa più giusta, stavo male perché non riuscivo a prendere questa decisione. Invece il dottore al primo appuntamento si è accorto che non c’etrava la mia famiglia, ero io che buttavo tutto sulla fuga ma in realtà era il mio modo di fare con i miei figli e mia moglie il problema. Allora in un incontro abbiamo parlato del mio rapporto con mia moglie, in due incontri del mio rapport con i miei figli… Fatto, ora sono ancora con la mia famiglia, più leggero, senza le preoccupazioni di prima, ringiovanito e di nuovo (forse per la prima volta) davvero felice di stare con mia moglie e i miei figli

  12. Buoni festeggiamenti dottore. Personalmente festeggio il cambio della mia vita. E ora per il 2020 vedo la mia vita realizzabile, senza neanche più assumere psicofarmaci. Un brindisi al Suo lavoro, o come dice Lei, al Nostro lavoro

  13. Volevo racontare anche io la mia storia perché ne vale la pena! Due anni tra psichiatri e familiari che mi dicevano che ero ansiosa o DOC. Ho trovato il numero del dottore, suggerito da un amica, l’ho chiamato e dopo del tempo ho deciso di andare anche da lui. Abbiamo fatto una lunga chiacchierata, lenta e profonda, in cui ho potuto spiegare bene tutto, mi sono sentita compresa fino in fondo. A lui il merito di aver rimesso solo in ordine le mie parole. Solo che ascoltandole, pronunciate proprio così come le ha dette, con quell’immagine anche semplice della “ricetta della torta”, a me che faccio torte di lavoro, ho capito davvero la situazione che stavo vivendo. Altro che Disturbo ossessivo compulsivo e psicofarmaci e dolori e pene. Oggi sto già benissimo ed è passata solo una settimana dall’incontro con il dottore. Grazie dottore, ci sentiamo al prossimo appuntamento

  14. Dopo aver conosciuto il dr. Consiglio mi chiedo “ma perché al CSM hanno chiamato Depressione quello che era solo DOLORE?”. Perché il CSM mi ha trasformata per due anni in una Malata col titolo di Depressa e riempita di farmaci? Il dottore mi ha ascoltata, mi ha capita e mi ha aiutata a rimettere insieme il senso della mia vita e delle mie relazioni. Grazie dottore

Rispondi a Grazia Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.